Palazzo Gonzaga
LA PITTURA RIVOLUZIONARIA
NELL’800 RISORGIMENTALE
prod-704-x-390-100-27538.jpg

LA PITTURA RIVOLUZIONARIA NELL'800

mercoledì  01 gennaio 2020  alle ore  09:00

Palazzo Gonzaga  Via Beata Paola Montaldi, 15
46049 Volta Mantovana (MN)

utilizza la selezione automatica del miglior posto

Alta

Posto Unico / Intero Web

11.00 €

Alta

Posto Unico / Ridotto Web

Riduzione valida per over 65, studenti da 11 a 18 anni e residenti nel Comune di Volta Mantovana

6.00 €

Alta

Posto Unico / Ridotto Gruppi Web

Riduzione valida per un gruppo di almeno 15 persone

6.00 €

Alta

Posto Unico / Ridotto Scuole Web

Riduzione riservata alle scolaresche accompagnate dai docenti

5.00 €


Tutti i prezzi si intendono IVA inclusa.

 


Perdiodo dal 05/10/2019 al 05/01/2020
 
Aperture: giovedi - venerdì - sabato - domenica per tutto il periodo della mostra dal 05/10/2019 sino al 19 dicembre 2019, dal 19 dicembre al 5 gennaio 2020 apertura tutti i giorni ad eccezione del 25 dicembre, giorno di Natale.  
Orari: dalle 9,00 alle 12,30 - dalle 14,30 alle 18,30
 
Visiste su prenotazione: gruppi organizzati e scolaresche possono prenotare le visite guidate in qualsiasi giorno dal lunedì alla domenica, nell'ambito degli orari di apertura.

Prezzi
Intero: Euro 11,00
Ridotto: Euro 6,00  riservato a:  Anziani over 65 -  studenti da 11 a 18 anni - gruppi organizzati di almeno 15 persone - residenti nel Comune di Volta Mantovana.
Scuole Euro 5,00 riservato alle scolaresche accompagnate dai docenti.
Bambini accompagnati fino a 10 anni entrata gratuita.

Presentazione della Mostra

Il XIX secolo fu un periodo rivoluzionario che vide profonde trasformazioni in ogni campo delle attività umane, economico, politico e sociale. Anche l’arte in Europa fu attraversata da fermenti che manifestavano insofferenza nei confronti dei rigidi protocolli accademici, ancorati alle forme del neoclassicismo.
 
Nacque così in Germania e si diffuse in tutta Europa il Romanticismo. Ma se da un lato il Romanticismo permise ai pittori di liberare lo stile per meglio mostrare le profondità emotive dell’individuo, le successive retoriche radicalizzazioni accademiche imbrigliarono la creatività dei giovani artisti dell’epoca. Molti di quei giovani artisti abbandonarono gli studi accademici attratti da una pittura più fluida e caratterizzata da colori più vivi e contorni meno definiti.
Giovani pittori erranti nella frammentata Europa del tempo, ispirati da due grandi maestri: il francese Eugène Delacroix e l’inglese William Turner. Le istanze poetico-stilistiche ebbero così il sopravvento contagiando inevitabilmente anche l’arte italiana. Il movimento più innovativo della pittura italiana del tempo fu quello dei Macchiaioli, nato e sviluppato a Firenze nel 1850 con un gruppo di artisti che si ritrovavano abitualmente al Caffè Michelangelo.  
 
I curatori della mostra propongono una selezione di opere di quei “temerari artisti”, giovani esuberanti che rifiutavano i soggetti stereotipati delle accademie proponendo scene di vita rurale, attività lavorative e paesaggi tipici delle campagne del tempo.  
Il 1861 fu una data storica anche per l’arte italiana, gli artisti dell’epoca, disseminati lungo la pennisola, si ritrovarono uniti sotto l’unica bandiera, e le occasioni d’incontrarsi e di scambiare esperienze si moltiplicarono. Non solo da un punto di vista amministrativo bensì anche dal punto di vista stilistico; le idee, le tendenze, le opinioni si diffusero con più facilità in tutta la penisola animate da un ritrovato spirito patriottico.
 
 
Un sentimento molto forte, quello dell’unità del nostro Paese che trovò il modo di esprimersi anche attraverso la pittura: la luce si diffuse sugli animi patriottici ed anche sulle tele.
L’ esposizione prevede un excursus di opere ed artisti che hanno caratterizzato tutto il secolo, uniti dalla scoperta della naturalezza della luce, protagonista assoluta dei cambiamenti tecnici e stilistici dei più rilevati maestri del periodo.
Saranno presenti, attraverso le opere proposte, importanti esponenti della pittura dell’800 da Zandomeneghi a Pratella, da Irolli a Dall’Oca Bianca, passando per Mancini, Pompeo Mariani, Raffaello Sernesi, Ludovico Tommasi, Silvestro Lega e Fontanesi; tutti artisti storicizzati ognuno dei quali ha plasmato la propria pittura mediante la luce.
 
 
Le opere pittoriche verranno accompagnate da documenti autografi dei personaggi più rilevanti del periodo come Garibaldi e Mazzini, i quali hanno indelebilmente segnato il destino di un paese, di un popolo e conseguentemente la visione degli artisti a loro contemporanei.
 
I curatori vogliono offrire una selezione di opere inedite di artisti importanti, ciascuno con la propria personale visione e la propria tecnica, coprendo l’intera epoca del grande cambiamento culturale e ideologico della pittura italiana ottocentesca.
 
E’ importante sottolineare l’unicità dell’evento che regala per la prima volta al grande pubblico la possibilità di visionare dipinti e lettere autografe importanti, provenienti da collezioni private mai esposti prima d’ora, presentandoli tutti insieme in una mostra collettiva che ha come obbiettivo la coniugazione tra l’arte e la storia.
 
 
Si propone un percorso espositivo temporale al fine di guidare il pubblico attraverso l’evoluzione non solo dei cambiamenti storici e culturali, ma anche delle stessa tecnica esecutiva adottata dai diversi artisti, così che il pubblico possa individuare l’evoluzione tecnica e stilistica della pittura e la sua compenetrazione o sfaldamento nella luce.
 
L’evento inoltre vuole fornire contenuti didattici per le scuole primarie e secondarie di primo grado, realizzando supporti video introduttivi alla mostra studiati e realizzati ad hoc per gli studenti. Questo al fine di creare, mediante un linguaggio semplificato e contemporaneo, una comunione tra i giovani e il mondo dell’arte, inviando un messaggio che crei appeal e curiosità nei confronti dell’esposizione e dei suoi contenuti storico - artistici.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l’esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online e di visualizzare pubblicità in linea con le proprie preferenze.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Maggiori informazioni