clappit-biglietti-eventi-filippo-mancuso-don-lolla²-teatro-massimo-comunale-siracusa-dicembre-2018-prod-001-23836.jpg

FILIPPO MANCUSO E DON LOLLO'

venerdì  21 dicembre 2018  alle ore  20:30

Teatro Massimo di Siracusa  Via del Teatro, 
96100 Siracusa (SR)

Scegli posto in pianta

oppure  utilizza la selezione automatica del miglior posto

Alta

Platea I Settore / Intero Web

32.50 €

Alta

Platea II Settore / Intero Web

32.50 €

Finita

Palco II Ord. Centrale Reale / Intero Web

Tutto esaurito

37.50 €

Bassa

Palco I Ord. Centrale / Intero Web

32.50 €

Alta

Palco I Ord. Laterale / Intero Web

24.50 €

Alta

Palco II Ord. Centrale / Intero Web

30.50 €

Alta

Palco II Ord. Laterale / Intero Web

24.50 €

Alta

Palco III Ord. Centrale / Intero Web

30.50 €

Alta

Palco III Ord. Laterale / Intero Web

24.50 €


Tutti i prezzi si intendono IVA inclusa.

 


FILIPPO MANCUSO E DON LOLLO’ di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale  
Regia Giuseppe Dipasquale
Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina
con Franz Cantalupo, Margherita Mignemi, Riccardo Maria Tarci ed altri

Questa commedia opera su un meccanismo drammaturgico a carambola, ovvero una situazione ne provoca un’altra fino alla fine, quando le scene vanno tutte in buca.
La storia è semplice e parte dai due personaggi principali. Il Cavaliere Filippo Mancuso, ricco proprietario terriero, ha un chiodo fisso: deve fare assumere il figlio Alberto in un’importante banca della Sicilia, con lo scopo di mandarlo via da Vigàta e assicurargli un futuro nuovo. Purtroppo c’è un inconveniente, Alberto è terribilmente stupido e senza una buona raccomandazione non potrà riuscire in nulla. Don Lollò, ovvero Calogero Longhitano, uomo di rispetto di Vigàta, è tormentato da un cruccio familiare: la figliuola Lillina, Calogera anch’ella, è in età da marito. Purtroppo Lillina, pur essendo una fanciulla molto intelligente e perspicace, si trova ad avere un difetto di movimento che la rende, come dire… sciancata.
Don Lollò potrebbe maritarla con qualcuno a forza, ma vuole molto bene alla figlia e vorrebbe per lei una vita felice. Sullo sfondo della vicenda scorre in parallelo la storia de La concessione del telefono dove Mancuso e Don Lollò sono coinvolti. Da questo assunto di base nasce la commedia successiva, tesa al comico, certo, ma anche al disegno di una umanità legata ai bisogni primari e costretta ad adattarsi ad ogni situazione.
I bisogni creano bisogni e l’uomo non fa altro che seguirli su un percorso accidentato non privo di imprevedibili sorprese.

Teatro Massimo di Siracusa  Via del Teatro, 
96100 Siracusa (SR)

 

Altre date in vendita

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorarne l’esperienza di navigazione e consentire a chi naviga di usufruire dei nostri servizi online e di visualizzare pubblicità in linea con le proprie preferenze.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Maggiori informazioni